La Mostra

Era la primavera del 2002, quando l’allora Assessore Regionale al Turismo, Luciano Caveri, proponeva all’allora Sindaco di Verrès, Piero Prola, una manifestazione che non aveva altri precedenti in Valle d’Aosta, una mostra di libri e stampe antiche dedicate alla montagna.

L’idea piacque, e si individuò subito il luogo dove si doveva svolgere : il salone delle Murasse.. era l’ideale.

Il sindaco, coinvolse immediatamente la Pro loco Verrès, presieduta allora da Fabrizio Casiraghi, per l’organizzazione dell’evento, che doveva svolgersi all’inizio dell’autunno, in collaborazione con i signori Sitzia. Per la Pro Loco era una proposta interessante perché già allora si cercava di creare delle sezioni altamente specializzate del , già famoso, Mercatino dello Scambio e dell’Occasione.

Infatti, la selezione, i contatti con gli antiquari e l’allestimento sarebbero stati eseguiti dai signori Sitzia, titolari di un’avviata libreria antiquaria di Ivrea. Gli spazi a disposizione degli antiquari nel salone delle Murasse non potevano avere più di venti espositori. Pertanto la selezione fu fatta con estremo rigore, portando così a Verrès l’elite degli antiquari del settore.

L’esordio fu comunque incoraggiante perché i visitatori nei due giorni di apertura superarono le tremila unità che poterono osservare libri e stampe antiche di alto livello che provenivano non solo dall’Italia, ma anche da Francia,Belgio, Svizzera, Germania ed Inghilterra. Allora con i signori Sitzia si parlava di far concorrenza a Mostre ben più famose come quella di Trento e di Passy.

Il successo andò in crescendo anno per anno.

Nel 2005 la manifestazione fu sponsorizzata anziché dall’Assessorato Regionale al Turismo dall’Assessorato Regionale all’Istruzione e Cultura di Ennio Pastoret e di conseguenza l’organizzazione passò dalla Pro loco Verrès alla Biblioteca Comunale, ed ebbe un’ulteriore espansione conglobando in essa la Sala Consiglio delle Murasse potendo così ospitare oltre ad una piccola rappresentanza dell’Ufficio Mostre della Regione Autonoma Valle d’Aosta anche altri Antiquari, raggiungendo così il numero di 25 espositori.

Le edizioni successive ebbero un successo ancora in crescendo. La mostra ha mantenuto nel tempo l’internazionalità, il numero e la qualità degli espositori. Grazie a questa formula collaudata nel tempo ha visto l’incremento del numero di visitatori che nell’ultima edizione ha superato le 5000 unità, surclassando altre mostre . Infatti a giudizio degli esperti del settore, la nostra mostra di libri e stampe antiche di montagna è diventata la più importante d’Italia.

Lo scorso inverno durante un incontro preliminare tra Luisella di Stazio, l’Amministrazione Comunale e la Biblioteca Comunale si è deciso di commemorare il decimo anniversario della mostra con qualcosa di tangibile. L’idea è stata quella di raccogliere in un volumetto tutte le stampe antiche raffiguranti il paese di Verrès.

L’opera è stata realizzata con estrema cura e dovizia anche grazie al patrocinio e all’interessamento finanziario dell’Assessore Regionale all’Istruzione e Cultura Laurent Vierin.

Arriviamo così alla decima edizione di questa manifestazione che ha dato e darà sempre più lustro al paese di Verrès.

L’Amministrazione Comunale di Verrès.

Sponsors

Regione Autonoma Valle d'Aosta

Comune di Verrès

Communes Valdotaine Evançon

Pro Loco Verrès